martedì 13 agosto 2013

Summer Breeze 2013: day 2 - Aperitif? Kein Problem!

12/08/2013 
Guten tag...
Come state? Noi siamo sopravvissuti al secondo giorno di ozio totale... e al nubifragio di ieri sera.
Stamattina c'è un timido sole ma la temperatura si è abbassata di parecchio, dopo l'abbondante colazione nessuno ha voglia di uscire e ce ne stiamo pacifici allo sbraco totale facendo finta di pianificare le visite dei prossimi giorni.

Oggi vi voglio parlare di... aperitivo!
E capirai che novità direte voi.

Bene, sfido chiunque a trovare, nella "Romantisches Franken", che non è certo la cosmopolita Berlin, un posto dove gustare un buon cocktail, dico uno qualsiasi dei grandi classici della IBA...  
Mission Impossible.
Qui la bevanda nazionale si sa, è la birra. Che costa decisamente meno dell'acqua minerale, per dire... una media (0.5lt.) al tavolo in un qualsiasi biergarten va sui 2€... roba da emigrare immediatamente. Non c'è da stupirsi quindi se poi chi fa fatica qui suda luppolo!
Ma vi pare che Le Chat Gourmand si scoraggi per così poco?
Ieri, lunedì, per la Pension era "Ruhetag", giorno di riposo, per cui abbiamo deciso di cenare nella vicina Dinkelsbühl, location del festival.
L'idea era trovare un posticino dove bere un aperitivo che non fosse una pils o una weiss e poi fermarci per cena, e il mio intuito felino ci ha condotti al Biergarten dell'Hotel Meiser's****. Posticino davvero incantevole, tavoli e pavimento in legno, luci e musica soffuse e lista cocktail dignitosa.
...et voilà, un ottimo Cosmopolitan!

La cena a seguire è stata all'altezza delle aspettative, ottimi Medaglioni di filetto di maiale con "frische pfifferlinge" e "rösti di patate".
E tornando all'argomento aperitivi, Le Chat Gourmand ha portato a termine anche una seconda mission: fare scorta di "Ficken Likör" presso il "Getrankenmarkt" locale.
Ragazzi questa è vera cultura del bere, il paradiso dei santi bevitori... ogni supermercato, PreisFux o Rewe che sia, ha un immenso reparto separato dedicato solo alle bevande, più o meno alcooliche. Si va dalla CocaCola all'Ouzo passando per cataste di casse di birra rigorosamente con vuoto a rendere e dal costo ridicolo.
Faccio un esempio? La Dentleiner Pils, prodotta dal locale birrificio, artigianale non filtrata, costa ben 0,65€ la bottiglia da 0,5lt. ma volendo risparmiare è possibile acquistare la cassa da 20 bottiglie per 12€... pazzesco.
Per il momento ci siamo limitati ad una scorta di Ficken, una schnaps di cui però vi parlerò più in dettaglio quando saremo al Festival.
Stay Tuned!